Avvento - Natale
2018

 

 

«Il cielo e la terra
non sono
ancora diventati
una cosa sola.

La stella di Betlemme
è una stella
che continua
a brillare anche oggi
in una notte oscura
».

(Edith Stein)

 

 

 

«Che cosa poteva
esserci di bello
in una notte
fredda e buia?
Soltanto Giuseppe
e Maria,
insieme ai pastori,
avvertirono la bellezza
e l’eccezionalità
dell’evento.

Perché?

Perché in essi
c’era la fede.

La fede dunque
è la luce che sa
vedere nell’inizio
il compimento,
la luce che
non disprezza
l’inizio […].

La fede è
vedere nell’inizio
la strada
del compimento.

La fede è
non aver paura
dell’esiguità dell’inizio,
della precarietà
dell’inizio.

La fede è invece
vedere nell’inizio
il segno della gloria.

(mons. Massimo Camisasca)

 

 

 

«Dipende solo da te:

Ah, potesse
il tuo cuore
diventare
una mangiatoia!

Dio nascerebbe
bambino
di nuovo sulla terra».

(Angelo Silesio)

 

 

Gesù è
nella mangiatoia
perché è cibo
per un’umanità nuova,
per i figli
del Padre celeste.

Noi mangiamo
la vita del Figlio
per essere
pienamente figli.

Questo cambia
totalmente
la nostra umanità,
ci fa vivere
un’altra vita...
quella del Bambino
nato nella Notte Santa.

("In questo numero")

 

 

 

«È venuto.

Ma adesso
noi dobbiamo
ancora e nuovamente
[...] attenderlo
più che mai.

Il Signore Gesù
verrà presto
solo se l’attenderemo
ardentemente.

Sarà un cumulo
di desideri
a far esplodere
la parusia».

(Pierre Teilhard de Chardin)

 

 

Buon Natale!